Search
mercoledì 17 gennaio 2018
  • :
  • :

Eiaculazione Precoce

Eiaculazione Precoce

L’eiaculazione precoce, è un problema che affligge oltre il 30% degli uomini, ma sembra che solo l’8% abbia deciso di affrontare realente il problema e parlarne apertamente. Vediamo in questo articolo, da cosa è scatenato, quali problematiche può portare e come curarsi e risolvere questa problematica.

Eiaculazione precoce: cosa è?

L’eiaculazione precoce è un disfunzione sessuale, purtroppo ormai largamente diffusa. Controverse sono le stime riguardo la percentuale di uomini che ne soffrirebbero, ma possiamo dire che quasi sicuramente siamo ben oltre il 30% della popolazione maschile. Queste stime così oscillanti sono dovute alla reticenza da parte degli uomini, nel voler parlare di un problema così grave e intimo. Non esistono sintomi particolari che possano creare un preavviso del sopraggiungere di questa “patologia” e possono soffrirne in secondo momento anche persone che hanno avuto sempre una vita sessuale soddisfacente e nella norma. Purtroppo si stima che tantissi

Vi starete chiedendo, come faccio a sapere se soffro realmente di eiaculazione precoce?

se raggiungo l’orgasmo dopo un minuto? due? tre?

Non possiamo ridurre tutto ad una questione di minuti, anche se effettivamente giocano un ruolo importante, soprattutto in casi particolati dove parliamo di “secondi”. Si può parlare effettivamente di eiaculazione precoce quando ci troviamo di fronte all’impossibilità di controllare l’eiaculazione e che questa avviene a prescindere da ogni tentativo da parte nostra di controllarla per prolungare il nostro piacere e quello della partner e di conseguenza ci sia una manifesta insoddisfazione da una o da entrambe le parti.

Cause:
Sarà comunque uno specialista a dovervi seguire ma proviamo a vedere quali sono i fattori scatenanti. I suddetti possono essere principalmente due: FISICO o PSICOLOGICO.

Fisico:
Le cause fisiche, che portano a soffrire di eiaculazione precoce sono molteplici. Fattori relativi allo stile di vita: stress, cattiva alimentazione, mancanza di esercizio fisico, oppure problematiche mediche quali ipersensibilità del glande, prostatite, fimosi, vescicolite, frenulo corto. Ognuna di queste richiede ovviamente una accurata terapia prescritta da un Urologo/Andrologo che analizzerà insieme a voi la situazione e dopo una serie di esami saprà consigliarvi per il meglio.

Psicologico:
Le cause psicologiche, anch’esse sono molteplici e possono manifestarsi sia all’inizio dell’attività sessuale ma anche sopraggiungere in soggetti che hanno avuto una vita sessuale sempre appagante. Ansia, disagio, paura di non essere all’altezza della partner e di non saperla soddisfare, sono solo alcuni dei fattori psicologici, che portano un individuo a soffrire di eiaculazione precoce. Anche in questo caso, una volta scongiurate le cause fisiche, ci si può far seguire da uno specialista che saprà darci le giuste indicazioni.

CONSULTATE SEMPRE UNO SPECIALISTA
ma nell’attesa ecco cosa possiamo fare

Ovviamente è possibile utilizzare anche anestetici locali o altri medicinali specifici (dapoxetina) che oltre ad essere un anti depressivo a tutti gli effetti, ovviamene non può portare benefici a lungo termine. Consiglio di utilizzarli solo se prescritti da uno specialista, in alternativa esistono prodotti meno invasivi (ritardanti), che possono darci una mano in quei momenti coadiuvati anche da una ginnastica specifica quali gli esercizi di Kegel che possono aiutarci a sviluppare la muscolatura che ci consentirà di controllare il coito.

Se anche tu sei tra quelli che soffrono di questa patologia, non disperare perchè riuscire a risolvere questa problematica è tutto sommato semplice. Basta parlarne con uno specialista e lasciarsi aiutare a trovare le cause e la strada migliore da percorrere per poter trovare o ritornare ad avere una vita sessuale piena e appagante.

Fonte: Salvatore Maligno
https://sexyshopvizioproibito.it/eiaculazione-precoce/