La jungla del sesso gratis online

The Knight Errant 1870 by Sir John Everett Millais, Bt 1829-1896Sesso gratis su Internet, una jungla, un terreno minato, un campo di battaglia pieno di nemici pronti a colpirti alle spalle. Uhm… forse non sarà proprio cosi, ma così sicuramente appare agli occhi dell’utente inesperto che si addentra per le prime volte in questo mondo, pieno anche di tabu’.
Tutti quando parlano di informatica con l’amico “smanettone” sono pronti ad estorcere consigli, pareri, soluzioni ai problemi incontrati col PC, ma difficilmente entreranno nell’argomento sesso online. Cercare sesso su internet diventa quindi una esperienza fatta sulla propria pelle, ricca di tentativi spesso andati a vuoto, centinaia e centinaia di siti civetta, finestrelle che si aprono a ripetizione, dialer che cercano di spillarti soldi, spyware che si intrufolano nel computer, barre di explorer che si installano senza volerso, pagine di accesso che cambiano a tua insaputa, link che si autoinvitano nei preferiti ecc. ecc.

Quanto esposto rappresenta il motivo per il quale, come ErosFreeonline.it, ci siamo sentiti quasi in dovere di iniziare una specie di alfabetizzazione alla consumazione del sesso gratuito su Internet. A partire da questo articolo cercheremo piano piano di fornirvi delle linee guida da seguire, che non vorranno essere la soluzione alle “fregature” ma magari semplicemente esservi di aiuto in alcune occasioni, per ridurre la percentuale di probabilità che voi caschiate in meschini trabocchetti, noiosi a volte, costosi nella peggiore delle ipotesi.
Per fare questo abbiamo però bisogno del vostro aiuto, la buona volontà a capire come funziona il tutto dovrete mettercela voi. La fretta e la superficialità sono quanto di meglio potete offrire a chi cerca di ingannarvi con i trucchetti più impensati. L’attenzione e l’informazione, queste le prime armi da mettere nel nostro arsenale.

Queste piccole guide oltre a cercare di avvisarvi dei pericoli che troverete nel porno-mondo virtuale, hanno di riflesso anche l’obiettivo di far capire quanto difficile sia l’impegno che ci siamo presi, ovvero quanto difficile sia indirizzarvi verso materiale per adulti gratuito su Internet, senza rischiare fraintendimenti, o fregature a nostra volta. Chiediamo il vostro aiuto anche in questo caso… vediamo subito perchè diciamo ciò e quando e come potreste aiutarci.

Nel 90% dei casi NON esistono siti che offrono materiale porno esclusivamente gratuito, spesso un sito gratuito nasce solo con l’intento di pubblicizzare servizi a pagamento, nel migliore dei casi, o di portarvi con l’inganno ai servizi a pagamento, nel peggiore. Ma anche nel peggiore dei casi, non vuole necessariamente dire che il materiale gratuito presente in essi non possa essere appetibile e usufruibile gratuitamente, basta appunto sapersi muovere. Cercheremo appunto di aiutarvi in questo, passo dopo passo con i prossimi articoli.

Nel restante 10% dei siti che offrono materiale esclusivamente gratuito, spesso si nasconde l’inganno ma questa volta per noi. Ci è capitato più di una volta di recensire siti totalmente ed esclusivamente di materiale gratuito, che poco dopo esser stati accettati nella directory cambiavano e diventavano a pagamento, magari con dialer. Per un sito adult essere presente in Eros.Freeonline vuol difatti dire garantirsi una grande quantità di accessi (di nuove persone che visitano il sito) a gratisse, essendo Freeonline.it uno dei 60 siti più visitati d’Italia ed Eros.Freeonline uno dei portali adult tra i più seguiti ed apprezzati.
E’ molto molto raro trovare siti esclusivamente gratuiti quando si parla di porno online. Realizzare e mantenere un sito adult su Internet costa innanzitutto molta fatica (cercare le foto, ritoccarle, inserirle nelle pagine ecc.) e soprattutto costa in termini di traffico (banda), visto che far scaricare una grande mole di immagini di qualità vuol dire un grosso impegno da parta del server che deve ospitarlo. Senza parlare poi del fatto che bisognerebbe detenere i diritti sul copyright delle foto che andiamo a pubblicare.
Di persone che fanno beneficenza ce ne sono sempre meno, figuriamoci se ne troviamo quando si parla di mettere materiale porno a disposizione di altri.
Mettetevi a questo punto nei nostri panni: come riconoscere questi ultimi, cioè coloro che creano siti esclusivamente gratuiti solo per farsi inserire gratis nelle web directory come Eros.Freeonline, come DMOZ, come altre per poi modificare il contenuto e farlo diventare a pagamento? Non è possibile. L’unico modo sarebbe avere un esercito di persone in redazione e controllare continuamente i siti presenti in archivio. Questo non ci è possibile, purtroppo.

Condividi :
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.